AB

sabato 1 aprile 2017 08:17

(ANSA) – ROMA, 1 APR – Nonostante alcuni miglioramenti negliultimi anni, l’Italia stenta a far decollare il futuro dei suoiragazzi e risulta ancora lontana dal resto dell’Europa. E ancorauna volta le maggiori privazioni educative per i minori siregistrano al Sud. E’ il quadro che emerge dal nuovo rapportosulla povertà educativa in Italia di Save the Children,presentato oggi in occasione del rilancio della campagna per ilcontrasto alla povertà educativa. Dal dossier emerge che negli ultimi 10 anni è triplicata lapercentuale di minori in povertà assoluta e raddoppiata quelladi minori in povertà relativa (parametro che esprime ledifficoltà economiche nella fruizione di beni e servizi). Lametà degli alunni è senza mensa a scuola, solo 1 bambino su 10può andare all’asilo nido e il tempo pieno è assente in 7 scuoleprimarie su 10. Più di 1 ragazzo su 10 abbandona gli studi primadel tempo, 1 su 5 non raggiunge le competenze minime inmatematica e in lettura e 3 su 5 non partecipano ad attivitàculturali e ricreative.