Le tradizioni non si fermano davanti a distanze e confini, anche se per farlo devono volare. E conquistano record. E’ successo al “Babaciu”, pupazzo simbolo del carnevale della frazione di Sant’Antonino di Saluggia, nel Vercellese, che attaccato come ogni anno ad alcuni palloncini e lanciato lunedì 4 marzo dalla piazza principale del paese, è stato ritrovato da un bambino e dalla sua mamma in Slovenia, a 600 chilometri di distanza.

Saluggia, il pupazzo di carnevale appeso ai palloncini ritrovato da un bambino in Slovenia

L’allestimento del “Babaciu”

Condividi

Il pupazzo che vuole raffigurare una scimmietta è infatti atterrato tra le colline del paese di Dole, frazione del comune di Idrija, per essere “salvato” dalle mani di Mateja Rupnik e del suo figlio più giovane, Lenart, che lo hanno notato impigliato tra i cespugli. Lo hanno trovato sabato: sulle prime hanno pensato a un giocattolo perso da qualche bambino, ma non a una testimonianza da un paese così lontano dalla loro piccola realtà di 130 abitanti.


A casa, quando Lenart e i suoi familiari hanno letto la lettera che era stata attaccata a pupazzo e palloncini, è diventato tutto chiaro: così subito hanno scritto una mail, con tanto di foto, per assicurare che il “Babaciu” non era caduto in mare o finito su qualche vetta, ma si trovava nelle loro mani. Alla Pro Loco del paesino nel V ercellese ora cantano vittoria: “È la destinazione più lontana mai raggiunta sinora – spiegano – Per noi è stata una gioia sapere che il simbolo del nostro carnevale è andato così lontano, varcando per la seconda volta nella sua trentennale storia di voli i confini nazionali”.

Saluggia, il pupazzo di carnevale appeso ai palloncini ritrovato da un bambino in Slovenia

Il carnevale a Sant’Antonino di Saluggia

Condividi

Già nel 2012, infatti, il pupazzo superò la nazione finendo in terra francese, nelle vicinanze di Avignone, ma prima di allora la trentennale tradizione era sempre approdata in Italia, tra Toscana, Lombardia e altri luoghi del Nord Italia. Nel 2018 si fermò nel Cuneese.