Nel corso degli ultimi giorni, vi abbiamo parlato delle CPU refresh che AMD intende lanciare per metà giugno. Inizialmente si parlava dei modelli Ryzen 7 3750X e 3850X per poi scoprire che le CPU saranno rinominate col suffisso XT, ad esempio Ryzen 7 3800XT.

La notizia delle ultime ore riguarda la frequenza massima che questi chip possono raggiungere. Su 3DMARKsono state scoperte le schede di due dei suddetti refresh, il Ryzen 7 3800XT e il Ryzen 9 3900XT, e pare che non riescano a superare i 4,7GHz. Di seguito trovate i corrispettivi tweet pubblicati dal noto leaker TUM_APISAK:

AMD Ryzen 9 3900XT pic.twitter.com/DLFVMu6yWr

— APISAK (@TUM_APISAK) May 27, 2020

Fire Strike

Physics Score – 25135

— APISAK (@TUM_APISAK) May 27, 2020

AMD Ryzen 7 3800XT pic.twitter.com/0gx2ykUe5d

— APISAK (@TUM_APISAK) May 27, 2020

Considerando che il chip più “veloce” della famiglia Zen 2, il Ryzen 9 3950X (disponibile su Amazon), raggiunge proprio i 4,7GHz in boost, questa voce sembra piuttosto plausibile. Nella news che abbiamo pubblicato ieri si parlava di un Ryzen 9 3900XT in grado di toccare i 4,8GHz, tuttavia probabilmente spetterà ai consumatori raggiungere questo traguardo in overclock.

Presumibilmente, spingere questi chip oltre i 4,7GHz minerebbe eccessivamente la loro efficienza e il calore generato richiederebbe l’acquisto di un dissipatore aftermarket (date un’occhiata all’ARCTIC Freezer 34 eSports DUO). Stando a quanto sappiamo finora, cosa offriranno dunque queste CPU? Frequenze maggiori, nient’altro. Potremmo considerarle dei “riempitivi” in attesa dei Ryzen 4000 (ZEN 3), ma non siamo sicuri ce ne sia davvero bisogno.

Di seguito, vi postiamo una tabella riassuntiva, realizzata dai colleghi di VideoCardz, in merito all’attuale offerta consumer di fascia media e alta del Team Red:


Qual’è lo scopo dei nuovi Ryzen XT? Migliorare le prestazioni in single core e distogliere l’attenzione dall’uscita delle nuove CPU del Team Blue, i Comet Lake-S. Abbiamo già effettuato la recensione dei Core i9-10900K e i5-10600K che offrono ottime prestazioni in gaming, ma hanno anche consumi elevati. Le CPU di decima generazione del gigante blu sono ancora prodotte col nodo produttivo a 14nm dell’azienda, il che le penalizza in termini d’efficienza rispetto alle attuali proposte Ryzen 3000 realizzate con i 7nm di TSMC.

I Ryzen 4000, nome in codice Vermeer, sono basate sull’architettura Zen 3 e sono previste per il Q4 di quest’anno, tuttavia dovrebbero essere presentate a settembre, assieme alle nuove APU di cui vi abbiamo parlato nelle ultime settimane. Le nuove CPU di AMD segneranno la fine della piattaforma AM4, durata ben quattro generazioni, e l’introduzione delle linee PCIe 4.0 anche sui chipset B550, alla base delle schede madre di fascia media.

State cercando un mouse gaming con cui dominare negli eSport? Vi consigliamo il Logitech G502 Hero, considerato da molti il miglior modello in commercio.