Assalto a un camion cisterna che stato dato alle fiamme nel Sassarese, nel giorno in cui previsto un incontro in prefettura a Sassari tra pastori e trasformatori sul prezzo del latte. Alcuni uomini, con il volto coperto e armati, hanno bloccato il mezzo tra Nule e Osidda attorno alle 6.30 di marted e, dopo aver fatto scendere il conducente che stato legato a un albero, lo hanno dato alle fiamme.

Questi delinquenti non hanno niente a che fare con u pastori, con la loro fatica, la loro protesta e le loro ragioni. Questi sono solo dei criminali. E come tali saranno trattati, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, commentando l’assalto compiuto da due persone. E anche il neopresidente della Sardegna, Christian Solinas, ha condannato il gesto: Questi fatti sono da condannare senza se e senza ma. Si tratta di delinquenti e basta. Sull’aggressione intervenuto anche il presidente di Coldiretti Sardegna, Battista Cualbu: Noi tutti siamo impegnati a trovare una soluzione per tutto il settore e questo il momento di abbassare i toni . L’assalto alle cisterne un atto inqualificabile. Non sono sicuro neanche che gli autori di questi assalti siano pastori.



I due hanno puntato le armi contro il conducente
costringendolo a scendere poi dare alle fiamme il camion appartenente a un trasportatore privato. Non c’ stato alcun sversamento di latte. Le fiamme hanno distrutto tutto. Nell’assalto di domenica scorsa, il camion era stato risparmiato perch di propriet di un padroncino. I commando che effettuano questo tipo di azioni evidentemente cercano di colpire le aziende anche se, di fatto, danneggiano i pastori in quanto il latte non viene pagato se non quando entra negli stabilimenti.