domenica 3 dicembre 2017 12:30

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – “Il giorno dopo sei strano. Devo direche mi sento strano. Devo ancora metabolizzare. Ancora non mirendo conto”. Racconta così il ‘day after’ del suo annunciol’abbandono dell’attività agonistica Filippo Magnini,intervenuto a Radio Sportiva. “E’ stato tutto molto, molto bello- dice a Radio Sportiva – Ma ero in un momento abbastanza feliceed ho voluto concludere con questo addio, diciamo a casa, colpubblico italiano ed in Italia. E’ venuto fuori un bell’addio.Un ricordo felice, non triste”. Il due volte iridato aggiunge dinon aver “ancora avuto il tempo di fermarmi e guardarmiindietro. Ora inizia la fase più lunga e ce ne saranno di coseda fare”. Magari scoprire un nuovo Magnini: “Lo spero, magarinel mio piccolo cercherò di far venire fuori questi atleti. Inquesto momento abbiamo atleti forti in Italia, su tutti LucaDotto. Ovvio che vincere due mondiali e 17 titoli europei èdifficile, non è facile”. “L’avversario più forte maiaffrontato? Sicuramente Alexander Popov e Pieter van denHoogenband”.