Pirelli: 110 anni di storia nel motorsport

Il Museo dell’Automobile di Torino è la location scelta da Pirelli per festeggiare i 110 anni di presenza nel motorsport. È passato oltre un secolo da quando Scipione Borghese sulla sua Itala gommata con i prodotti dell’azienda meneghina andava a vincere il raid Pechino-Parigi. In tutti questi anni, l’evoluzione tecnica ha compiuto davvero passi da gigante – senza voler necessariamente scadere nella retorica – con un brand capace di reinventarsi ed adattarsi ai vari campionati nei quali si è impegnata.

Già il fondatore dell’azienda, Giovanni Battista Pirelli, vedeva nelle gare motociclistiche il terreno ideale per sviluppare il prodotto destinato alla vendita. Dalle 2 alle 4 ruote il passo è breve.

L’Alfa Romeo di Farina, primo campione del mondo di Formula 1, era gommata Pirelli, così come la Ferrari di Gonzales. Passando al mondo dei rally, anche due leggende come la Lancia Stratos e la Delta S4 mostravano con orgoglio gli pneumatici italiani.

Passando ai giorni nostri, sono oltre 340 i campionati differenti in cui l’azienda è impegnata, dalla Formula 1 alla Superbike passando per il Lamborghini Supertrofeo, solo per citarne alcuni.

Il polo industriale di Settimo Torinese custodisce i più avanzati segreti del marchio. In esso sono prodotti pneumatici dai 19 ai 23 pollici, con particolare cura ai P Zero destinati alle competizioni sportive. Le mescole che vengono impiegate per le gomme della Formula 1, infatti, sono studiate ed elaborate alle porte di Torino, prima di essere indirizzate in Romania e Turchia dove Pirelli fisicamente le produce con cura quasi sartoriale.

Tanti gli invitati all’evento, dal Team Principal di McLaren, Eric Boullier, al CEO di Lamborghini, Stefano Domenicali. Proprio l’ex uomo forte di Maranello ha allontanato le voci che vedono il Toro pronto a entrare in Formula 1, senza però chiudere la porta ala 24 Ore di Le Mans. Tra i volti noti anche Alex Zanardi, il quale ha comunicato – per la somma gioia dei presenti – il rientro nelle corse al volante della BMW M6 per la stagione 2017, senza tuttavia annunciare ancora il numero di eventi ai quali prenderà parte.