MILANO – Il rally italiano parla francese: il 34% delle vetture che nel nostro Paese si lanciano per una prova speciale portano il Leone sul cofano. Sono decenni ormai che Peugeot è leader in Italia nei rally. La percentuale sale e supera il 45% se si considera il Gruppo PSA nel suo attuale complesso.

E’ con queste importanti percentuali che si apre la presentazione della stagione sportiva di Peugeot Sport Italia a Milano, all’interno del quartier generale del Gruppo PSA. Le prime immagini proiettate celebrano il successo del 2019, non solo in termini di quantità, visto che la Peugeot 208 R2B è stato il modello in assoluto più utilizzato dai piloti. Ma anche dal punto di vista della qualità: lo scorso anno la stessa 208 R2B ha vinto praticamente tutti i titoli in palio per le vetture a due ruote motrici. In primis il Titolo Italiano 2 ruote motrici, grazie a Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonnella.

Proprio la Peugeot 208 R2B sarà al centro del Peugeot Competition 2020. Il programma si conferma completo, con 4 serie: 208 Rally Cup TOP, 208 Rally Cup PRO, Regional Rally CLUB e Raceday Rally TERRA. Novità 2020 sarà la sfida di fine stagione tra i rispettivi vincitori in occasione del Rally di Como.

Quest’anno chi si aggiudicherà il 208 Rally Cup TOP avrà diritto, la stagione successiva, a vivere l’esperienza di pilota ufficiale. Il montepremi prevede altri riconoscimenti dal valore superiore ai 150.000 euro. L’iscrizione al trofeo è gratuita e il fornitore di pneumatici è stato confermato Pirelli.

La Peugeot 208 RALLY 4

La Peugeot 208 RALLY 4

A fianco del palco della conferenza milanese, luccica la nuovissima Peugeot 208 RALLY 4. Sviluppata sulla piattaforma della nuova 208 di serie monta un motore turbo 3 cilindri da 1.2 litri, che sfrutta la tecnologia PureTech ed eroga 208 CV.

Arriverà ai nastri di partenza a metà anno e sarà affidata alle mani sapienti di Paolo Andreucci, 11 volte campione italiano rally, navigato come al solito da Anna Andreussi. La celebre coppia del rallysmo italiano prenderà parte al CIR 2020, a partire dal Rally Targa Florio.

Paolo ha deciso di rimettersi al volante di una nuova avventura, dopo aver passato un anno nelle vesti di coach della Motorsport Academy Peugeot. Queste le parole del campionissimo: “Sono veramente contento di riprendere il sedile da ufficiale, soprattutto se il sedile è quello della nuova 208! Lo scorso 2019 avevo cominciato a lavorare anche allo sviluppo della nuova 208 Rally 4 ed ora mi trovo nell’invidiabile condizione di portarla al debutto italiano“.

Anna Andreussi e Paolo Andreucci

Anna Andreussi e Paolo Andreucci

Torniamo al Peugeot Competition 2020 e vediamo in dettaglio la sua struttura.

Il campionato 208 Rally Cup TOP sarà abbinato al CIR come lo scorso anno. Ma nel 2020 avrà un costo inferiore grazie alla riduzione delle gare valide da 6 a 5. In più, per venire incontro agli iscritti, si potranno scegliere due gare del proprio calendario fra le prime quattro (Ciocco, 1000 Miglia, Targa Florio e Roma Capitale) valevoli per le 2 ruote motrici nel CIR. Le ultime 3 saranno invece obbligatorie (Sanremo, Due Valli e Tuscan Rewind). I primi 3 classificati di ogni tappa riceveranno un premio in denaro, mentre il vincitore del campionato si assicurerà un programma da pilota ufficiale Peugeot Sport Italia nel 2021. Unico requisito avere meno di 28 anni: non a caso il focus dell’intero progetto della Casa francese è quello di allevare i giovani piloti.

Il secondo trofeo è il 208 Rally Cup PRO. Si disputerà su 5 rally: Appennino Reggiano, Taro, Casentino, Bassano e Piancavallo. Ci saranno premi di gara in pneumatici, per i primi 3 classificati, mentre a fine stagione i primi 5 riceveranno premi in denaro e pneumatici Pirelli. Il vincitore assoluto si porterà a casa 20.000 euro e 20 pneumatici.

Il Regional Rally CLUBinvece accoglie non solo le 208 R2B, ma anche tutte le altre Peugeot da competizione. Da quest’anno la serie si lega esclusivamente ai 50 rally nazionali valevoli per le Coppe di Zona Aci Sport.

Quarto livello è il Raceday Rally TERRA, che si disputa su 4 gare sterrate (Marche, Prealpi Master Show, Val d’Orcia e Città di Arezzo). Rispetto agli altri campionati inizierà il prossimo novembre e finirà a marzo 2021.