Non soltanto il secondo capitolo, anche Path of Exile Mobile è stato annunciato nel corso di ExileCon 2019 che si è tenuto ad Auckland in Nuova Zelanda. Grinding Gear Games ha infatti annunciato di essere al lavoro su una versione per smartphone del celebre action RPG.

Il gioco, hanno spiegato gli sviluppatori, si trova ancora in una fase sperimentale e la realizzazione dipenderà molto da indicazioni e feedback che arriveranno da parte dei giocatori dopo l’annuncio. Come nel caso del primo capitolo, con quelle che sono state definite microtransazioni etiche orientate solo a oggetti cosmetici, anche in Path of Exile Mobile il team vuole prendere le distanze dalle tendenze attuali come il pay-to-win con l’obiettivo di “portare il gioco su smartphone – ha detto il produttore Trevor Gamon – con assolutamente zero compromessi”.




Il team inoltre ha voluto sottolineare che Path of Exile Mobile avrà gli stessi contenuti della versione per console e PC ma che sarà adattato per uno schermo più piccolo e per sessioni più corte di gameplay e quindi che più si prestano al gioco su smartphone. Facendo riferimento all’adattamento mobile di altri titoli, il managing director Chris Wilson ha voluto inoltre sottolineare che il porting sarà sviluppato dal team principale e non da uno studio esterno.

Nel corso di ExileCon 2019, oltre a Path of Exile Mobile, Grinding Gear Games ha anche annunciato la nuova espansione Conquerors of Atlas del gioco principale che arriverà il 13 dicembre con un arco narrativo inedito insieme a nuove mappe, abilità e oggetti. Lo studio ha inoltre annunciato il secondo capitolo per il quale però non c’è ancora una data, anche se l’uscita è confermata per le console di prossima generazione. L’avvio di una prima beta è previsto per la fine dell’anno prossimo.

Fino al 18 novembre 2019 Doom (2016) è in offerta al prezzo di 6,59€ su Steam.