PALERMO. A bordo sono 241, più di un terzo dei 600 migranti che i volontari della nave Aquarius di Sos Mediterranee ha salvato sulla rotta libica nelle ultime 36 ore dopo che i trafficanti sconfitti dalle milizie governative a Sabratha hanno ripreso a far partire migliaia di persone che tenevano prigioniere.

Soprattutto bambini e ragazzini e famiglie.

Sulla nave in arrivo questa mattina al porto di Palermo i minori che viaggiano da soli sono ben 178 su 241, un numero senza precedenti, un grosso impegno per il Comune di Palermo che si dovrà far carico della loro assistenza da subito. A bordo ci sono neonati di poche settimane e adolescenti con ferite gravi e tante famiglie siriane che hanno raccontato di aver dovuto pagare un prezzo piu alto degli altri per riuscire a partire.