I casi che riguardano il regista di “Notte prima degli esami” risalirebbero agli ultimi sei mesi