Non è The Legend Of Zelda il gioco da cui Netflix trarrà un’altra serie TV dopo Castelvania, ma Devil May Cry. A svelarlo è stato Adi Shankar, già produttore di Castlevania, in un post du Twitter in cui appare proprio nei panni di dante, il protagonista della saga.

Due settimane fa era stato proprio lui del resto ad anticipare che Netflix fosse in trattativa “con un’iconica società giapponese di giochi per adattare una delle loro serie di videogiochi”. Da qui era partito ovviamente il toto nomi, con quello più gettonato che era proprio The Legend of Zelda, un titolo di cui del resto si era già vociferato molto recentemente, anche per un suo adattamento cinematografico.

netflix_devil_may_cry

Per il momento non ci sono altri dettagli sul progetto, non è nemmeno chiaro se si tratterà di una serie animata o realizzata con attori in carne e ossa. Shankar recentemente ha iniziato a fare riferimento a un “Bootleg Multiverse”, ossia lo spazio immaginario in cui convivranno prodotti della cultura pop, come Castelvania e, appunto Devil May Cry. Tuttavia secondo alcune fonti questo spazio non sarebbe limitato unicamente ad ospitare serie animate. Altri hanno addirittura ipotizzato che il Bootleg Multiverse sia la premessa per un crossover tra le due serie, ma non c’è alcuna conferma in merito in questo momento.

A noi la prima e la seconda stagione di Castlevania sono piaciute, nonostante l’ovvia presenza di alcune differenze con il gioco che potrebbero far storcere il anso ai puristi. Shankar sarà in grado di mantenere alto il livello qualitativo anche con questo progetto?

In attesa che Devil May Cry prenda vita su Netflix perché non deliziarsi gli occhi con Devil May Cry Graphic Arts, la raccolta grafica più completa, che raccoglie lavori su tutti e 4 i titoli videoludici e anche sulle serie anime?