PERUGIA– Il big match della 4a di ritorno, giocato oggi pomeriggio in anticipo fra Sir Safety Perugia e Cucine Lube Civitanova, è dei Campioni d’Italia che, davanti al pubblico del Pala Barton, riscattano la sconfitta di domenica scorsa a Trento ed al contempo infliggono a De Giorgi la prima sconfitta della stagione, da quando è sulla panchina dei marchigiani, interrompendo una striscia positiva in Superlega che durava da cinque partite. Podrascanin e compagni si impongono per 3-1 (25-23, 26-24, 18-25, 25-15), riuscendo a sfruttare al meglio le occasioni negli equilibrati due parziali e reagendo nel quarto set alla reazione dei cucinieri che aveva fruttato il quarto set.

LA CRONACA DEL MATCH-

Il primo parziale giocato dalle due contendenti, equilibratissimo, si decide soltanto nel finale, con De Cecco sulla linea dei nove metri. Siamo 21 pari dopo un ace di Leon che ha ricucito il gap conquistato dalla Lube con due muri consecutivi di Cester su Atanasijevic , e il regista argentino firma la terza battuta vincente della Sir pescando la riga alla destra di Osmany Juantorena (24-23 per gli umbri), che nell’attacco dell’azione successiva verrà murato dal grande ex Marko Podrascanin. E’ il punto che chiude il set in favore dei padroni di casa, sul 25-23.

Le due squadre giocano punto a punto anche nel secondo set in cui la Lube, scesa in campo con Simon titolare a scapito di capitan Stankovic, si ferma nuovamente proprio sul più bello. I biancorossi, nonostante il misero 37% di efficacia in attacco (contro il 56% di Perugia) sono infatti i primi a conquistare un set point, proprio con un imperioso primo tempo del centralone cubano (24-23), annullato da Podrascanin (24 pari). Poi i marchigiani regalano però la palla set agli avversari attaccando out con Sokolov (24-25). E nell’azione successiva mancano il cambio palla, consentendo a De Cecco di ricostruire per Leon (6 punti, 62% sulle schiacciate), che schianta a terra la palla del definitivo 26-24.

La reazione dei cucinieri arriva nel terzo parziale, dominato da Bruno e compagni sin dall’inizio: 8-5 dopo un contrattacco vincente di Juantorena seguito da un ace di Cester, 10-5 dopo un muro vincente di Bruno (su Lanza), che in fase di ricostruzione si affida soprattutto nella pipe di Leal. Sul 13-5, dall’altra parte della rete Bernardi prova allora a scuotere i suoi attingendo dalla panchina: dentro Della Lunga in posto 4 per Lanza e Hoogendoorn al posto di Atanasijevic. Ma la Cucine Lube, che attacca addirittura col 75% di squadra, allunga fino a chiudere 25-18.

Gara riaperta, dunque, ma non fino in fondo: il quarto parziale è infatti un monologo dei padroni di casa, spinti dagli ace di De Cecco e del solito Leon, ma anche agevolati dai tanti, troppi errori in attacco (ben 7) dei cucinieri. De Giorgi gioca invano le carte Kovar (per Leal) e Cantagalli (utilizzato costantemente anche nei set precedenti per alzare il muro) per Sokolov. Finisce 25-15 per la Sir.

I PROTAGONISTI-

Fernando De Giorgi (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Dobbiamo imparare ad essere più cinici perché ne abbiamo le qualità, siamo arrivati ad un passo dal chiudere i primi due set ma sono stati più bravi loro nel finale, due parziali duri dove Perugia ha avuto uno spunto migliore: dobbiamo migliorare in questo, una palla, uno spunto può fare la differenza. Nel terzo set c’è stata una reazione buona e importante, continuando a giocare nonostante l’esito dei primi due parziali, migliorando soprattutto in difesa. Nel quarto, invece, dovevamo resistere di più sia mentalmente sia tecnicamente: ci siamo destabilizzati troppo dopo il break subito, perdendo di qualità e fiducia. Ripeto, dobbiamo imparare a resistere in queste fasi. Per tre set siamo stati in partita ma bisogna essere preparati a giocare due ore e mezzo con questa intensità ».

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-1 (25-23, 26-24, 18-25, 25-15)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 6, Lanza 8, Podrascanin 11, Atanasijevic 9, Leon Venero 16, Ricci 4, Seif 0, Colaci (L), Della Lunga 4, Hoogendoorn 5, Hoag 0, Galassi 0. N.E. Piccinelli. All. Bernardi.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 3, Juantorena 12, Simon 13, Sokolov 9, Leal 9, Cester 7, Marchisio (L), Cantagalli 0, Balaso (L), Stankovic 0, D’Hulst 0, Kovar 1. N.E. Massari, Diamantini. All. De Giorgi.

ARBITRI: Rapisarda, Tanasi.

NOTE – durata set: 30′, 31′, 25′, 24′; tot: 110′.