MILANO – È la riunione della Federal Reserve in programma mercoledì l’appuntamento da cerchiare in rosso nella settmana che si apre. I mercati si attendono il nuovo rialzo dei tassi di interesse da parte della Banca Centrale americana, anticipato la scorsa settimana dal presidente Janet Yellen, che ha indicato un possibile aumento nel caso si fossero confermati i segnali positivi in arrivo dall’economia americana. Gli ultimi dati diffusi dal dipartmento del Lavoro Usa sono in questo senso molto incoraggianti, con una diminuzione del tasso di disoccupazione al 4,7% e il numero di contratti cresciuto a febbraio di 235 mila unità, molto al di sopra delle aspettative. Giovedì, all’indomani delle mosse della Fed, sono attese anche le decisioni sui tassi della Banca d’Inghilterra e di quella del Giappone. Venerdì, sempre sul fronte internazionale, si guarda invece con attenzione al vertice dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali del G20, in programma a Baden Baden, in Germania, dove sabato parteciperà anche il presidente della Banca Centrale Mario Draghi.

Agenda fitta di appuntamenti anche in Italia. Il più rilevante in programma mercoledì, quando il cda di Alitalia si riunirà per dare un primo via libera al nuovo piano industriale, che dovrebbe consentire all’azienda di uscire dalla crisi. Il board, stando alle indiscrezioni delle ultime settimane, dovrebbe nominare Luigi Gubitosi come nuovo presidente dell’azienda, dopo l’uscita di Luca Cordero di Montezemolo. Un nome gradito soprattutto ai due grandi soci bancari, Intesa e Unicredit, che per fare la loro parte nel rifinanziamento dell’azienda hanno chiedono soprattutto un drastico taglio dei costi. SI parla di una possibile riduzione del 10% dell’organico, attualmente composto da 12.600 addetti. L’obiettivo del piano: ritornare all’utile nel 2019 con ricavi previsti per 3,7 miliardi e una contrazione dei costi per 370 milioni.

In Parlamento resta sempre caldo il dossier voucher, con la maggioranza stretta da un lato dalla Cgil che giudica del tutto insufficienti i correttivi apportati nella discussione delle ultime settimane – limitare l’utilizzo dei nuoni alle sole famiglie e alle imprese senza dipendenti, ma con un costo più alto – dall’altro da chi – come il presidente della Commissione Lavoro Maurizio Sacconi – giudica eccessivamente restrittivi i paletti posti in Parlamento. “Si vada a referendum perché la supposta mediazione equivale alla cancellazione dei voucher”, ha attaccato ieri l’ex ministro del Lavoro. Il testo unificato con le ultime modifiche apportate approderà martedì in Commissione alla Camera, il governo invece segue molto da vicino la questione: l’obiettivo è arrivare ad un testo sufficientemente forte da depotenziare l’impatto della consultazione referendaria promossa dai sindacati.

Da segnalare anche l’incontro in programma tra il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e i titolari delle concessioni balneari. Il ministro è tornato alla carica sulla questione, chiedendo l’istituzione di un registro delle licenze. Il canale dovrebbe essere il ddl concorrenza, fermo ormai da due anni in Parlamento, prigioniero dei veti incrociati delle diversi lobby toccate dal provvedimento. “La prima cosa che farò come governo – ha spiegato la scorsa settimana il ministro – è chiedere che ci sia un registro per la trasparenza delle concessioni balneari. Ci sono 25.000 concessioni che pagano complessivamente 104 milioni di euro. Facendo una semplice divisione, il risultato è meno di quanto paga un ambulante per un banchetto 5×3. Cosa c’è di equo in questo?”.

GLI APPUNTAMENTI

LUNEDI’ 13 MARZO

– Ue: conferenza per i 60 anni dell’anniversario dei Trattati di Roma, ‘Sessant’anni di Comunità europea. Forgiamo il futurò, organizzata dal Comitato economico e sociale europeo. Con il direttore generale Abi, Giovanni Sabatini, e il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

– Istat: dati sulla produzione industriale di gennaio.

– Istat: dati su esportazioni regioni italiane 2016.

– Autostrade: sciopero dei dipendenti con presidio davanti al ministero dei Trasporti.

– Mediobanca: focus sul sistema bancario italiano.

– Industria 4.0: apertura del Manufacturing Forum, con il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, a Milano.

– Bce: discorso del presidente Mario Draghi al convegno ‘Fostering innovation and entrepreneurship in the euro area’, a Francoforte.

MARTEDI’ 14 MARZO

– Voucher: testo unificato approda in commissione Lavoro della Camera.

– Ue: iniziativa della Fondazione Basso sulla riforma della governance fiscale. Partecipano, tra gli altri, Romano Prodi, Giuliano Amato, Susanna Camusso, Renato Brunetta.

– Filt Cgil: assemblea generale.

– Federmeccanica: indagine congiunturale sull’industria metalmeccanica.

– Spiagge: il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda incontra le associazioni balneari.

– Tod’s: cda sui conti 2016.


MERCOLEDI’ 15 MARZO

– Lavoro: convegno in ricordo di Marco Biagi con il presidente Senato, Pietro Grasso; il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti; i segretari generali Cgil, Cisl e Uil Susanna Camusso, Annamaria Furlan, Carmelo Barbagallo.

– Abi: comitato esecutivo, con il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini.

– Terna: bilancio consolidato 2016.

– Alitalia: cda.

– Istat: dati sul commercio al dettaglio a gennaio.

– Istat: dati sui prezzi al consumo a febbraio.

– Poste: conference call sui conti 2016.

– Bankitalia: dati su debito e fabbisogno.

– Energia: presentazione della Offshore Mediterranean Conference and Exhibition.

– Eni: Investor Day con l’ad Claudio Descalzi.

– Leonardo: presentazione piano industriale.

– Tutela risparmio: tavola rotonda con il governatore della Banca d’Italia, Vincenzo Visco, e il procuratore capo di Milano, Francesco Greco.

– Tim: audizione dei sindacati sulle prospettive del gruppo in commissione Trasporti della Camera.

– Fisco: audizione ad Sose, Vieri Ceriani in commissione Anagrafe tributaria.

– Inps: audizione del presidente del Civ, Pietro Iocca, in commissione di Controllo attività enti gestori.

– Usa: dati su inflazione a febbraio, vendite al dettaglio a febbraio, scorte settimanali petrolio.

– Fed: riunione del Fomc e conferenza stampa della presidente Janet Yellen.


GIOVEDI’ 16 MARZO

– Enel: cda su bilancio consolidato e dividendo.

– Sud: iniziativa Luiss-Invitalia con Emma Marcegaglia; gli economisti Jean-Paul Fitoussi e Daniel Gros; Romano Prodi; Giuliano Amato; i ministri Carlo Calenda (Sviluppo economico) e Claudio De Vincenti (Coesione territoriale e Mezzogiorno).

– Leonardo: conference call su risultati 2016.

– Energia: iniziativa Safe con il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, e il presidente dell’Enea, Federico Testa.

– Banca Ifis: bilancio e piano strategico 2017-2019.

– Generali: risultati consolidati 2016.

– Intesa Sp: conferenza stampa ‘I distretti industriali e la sfida digitale’ con il ceo Carlo Messina.

– Ispi: incontro ‘Le velocita’ dell’Europà con Enrico Letta e il governatore di Bankitalia Ignazio Visco a Milano.

– Boe: riunione politica monetaria.

– Boj: riunione politica monetaria.

– Usa: dati su sussidi settimanali disoccupazione.

VENERDI’ 17 MARZO

– Istat: dati su commercio estero e prezzi import a gennaio.

– Marittimi: presidio davanti al ministero dei Trasporti.

– Enel: conference call sul bilancio 2016.

– G20: riunione dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali a Baden Baden, in Germania.

– Usa: dati su produzione industriale a febbraio.

SABATO 18 MARZO

– G20: si conclude la riunione dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali a Baden Baden, in Germani