La più importante università cinese, la Tsinghua di Pechino, sbarca a Milano. Nasce a Bovisa Tech la Joint Platform tra Politecnico di Milano e l’università cinese. Con l’arrivo del più grande polo cinese dell’innovazione, Milano diventa di fatto la città prescelta come hub europeo sull’innovazione di una delle più importanti università del mondo e dal suo incubatore. La cerimonia ufficiale d’inaugurazione è avvenuta alla presenza della segretaria del comitato del partito comunista cinese dell’Università Tsinghua di Pechino, Chen Xu, del sindaco Beppe Sala e del rettore del Politecnico, Ferruccio Resta.

Artefice di questa alleanza è il Politecnico che da 15 anni punta sulla Cina come partner di riferimento internazionale ed è l’unica università italiana ad avere un prorettore sulla Cina, il professor Giuliano Noci. La ‘Joint Platform’ nasce dagli accordi siglati il 22 febbraio 2017 a Pechino dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping, al quale sono seguiti altri accordi, a novembre, tra la ministra italiana dell’Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli, e il ministro cinese della Scienza e della Tecnologia, Wan Gang.

Da allora, segnala il PoliMi, il passo è stato breve e l’alleanza si è tradotta nella creazione della società Sidera-Sino Italian Design, Innovation, Education and Research Alliance – tra la Tus Holdings (azionista al 60%) e la Fondazione Politecnico di Milano (azionista al 40%), emanazione la prima della Tsinghua University e la seconda del Politecnico di Milano. Questo accordo porterà, di fatto, le imprese cinesi ad aprire i loro centri di ricerca e sviluppo nell’area di 23 mila metri quadrati di Bovisa Tech.

E’, sottolinea il Politecnico, “un’opportunità unica per le pmi e per le startup italiane di entrare in contatto con il mercato cinese

sui temi, tra gli altri, del design, dell’Industria 4.0, della robotica e del mondo automotive”. Nell’area, da tempo, sono attivi numerosi laboratori di eccellenza del PoliMi per design, automotive, energia, aerospazio, industria 4.0, innovazione digitale e si è insediato PoliHub, il distretto dell’innovazione acceleratore si startup gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano, che ospita, al suo interno, 113 realtà tra idee in accelerazione, startup e aziende.