MONTECARLO – “Chiedendosi chi sia meglio, se Schumacher o Alonso, è come domandarsi se Messi o Ronaldo sia il calciatore più forte”. Questa una delle dichiarazioni di Flavio Briatore al podcast ufficiale della F1 “Beyond The Grid” in merito ai suoi due piloti più rappresentativi.

Due grandi della F1

L’ex team principal di Benetton e Renaul ha lavorato, e vinto, con entrambi e, quindi, rimane una voce autorevole per parlare di due fenomeni assoluti della Formual 1: “Non saprei dire chi sia il più forte perché sono diversi: Fernando è meno emotivo di Michael. Schumacher ha sempre spronato e incoraggiato la squadra al massimo ma Alonso, d’altra parte, è come un Rottweiler che non si arrende mai”.

Briatore prende ad esempio il Gran Premio di San Marino del 2005 per descrivere i due giganti del Circus: “Ricordo la gara di Imola del 2005, Fernando vinse e Michael finì in seconda posizione. In quella gara i due campioni avevano prestazioni molto simili. Il tedesco rimase bloccato nella scia dello spagnolo per circa 20 giri e nessuno dei due commise errori. Sono due piloti, in assoluto, molto simili”, ha concluso Briatore.