L’accelerazione

Tutti motivi sufficienti per accelerare il più possibile, completando entro giugno ispezioni e lavori urgenti su tutte e 285 le gallerie del tronco ligure-piemontese di Aspi e così permettendo di avere luglio e agosto con tutte le gallerie delle principali tratte percorribili su due corsie, sia pur con limiti di velocità bassi e altre prescrizioni.

Per fare questo, le maestranze impegnate nelle attività di controllo e manutenzione delle gallerie liguri passano dalle attuali 400 a circa 800, a cui sommare una squadra specializzata di pronto intervento di ulteriori 150 tecnici: il 110% di addetti in più, spostando in Liguria quelli impegnati nei cantieri delle grandi opere sul territorio nazionale. Con l’impiego di 10 società in contemporanea.

Rafforzata anche la disponibilità di mezzi tecnici, che aumentano di oltre il 100%. In particolare, i “jumbo” per le chiodature passano da 12 a 30 e le piattaforme elevatrici da 80 a 162. E sono stati ottimizzati gli approvvigionamenti di materiali. Il tutto nonostante le difficoltà causate dall’emergenza Covid-19.


Pedaggi gratis

Ma disagi ce ne saranno lo stesso, tanto che Aspi ha ampliato le gratuità dei pedaggi in zona. Dal 2 giugno sono scattate:

•sui transiti con origine/destinazione tra tutti i caselli dell’A7 da Vignole a Genova a quelli dell’A12, fino a Lavagna, e viceversa; possono usufruire di tale agevolazione anche coloro che entrano dal casello di Sestri Levante;

•l’esenzione totale dal pagamento del pedaggio per transiti con

origine/destinazione dal casello di Ovada sull’A26, ai caselli dell’A10 da Genova Aeroporto a Varazze e viceversa: possono usufruire di tale agevolazione anche coloro che entrano dai caselli da Albissola e Celle Ligure;

•sul tratto da Ovada all’allacciamento dell’A26 con l’A10 per tutti i veicoli, indipendentemente dalla provenienza, che attraversano tale tratto, in entrambe le direzioni;

•sul tratto Genova Bolzaneto, Genova Ovest, Genova

Est per tutti i veicoli, indipendentemente dalla provenienza, che attraversano tale tratto, in entrambe le direzioni.


Centro e Sud critici a luglio

Entro il 5 giugno Aspi (per A1, A14, A16 e A30) e le altre due società concessionarie di autostrade a pagamento del Centro e del Sud (Sdp per A24 e A25 tra Roma , L’Aquila, Teramo e Pescara e Sam per l’A3 Napoli-Salerno) devono presentare a Migliorino il programma di ispezioni per la propria rete in quell’area.