ROMA – A volte la grandezza di un giocatore si può misurare anche fuori dal campo, sicuramente si può capire la grandezza dell’uomo. Così il gesto solidale di JustinKluivert ha raccolto tanti consensi in Olanda, ma anche qui nella Capitale. L’attaccante della Roma mercoledì scorso ha infatti partecipato a una videochiamatacon i bambini di otto ospedali olandesi, costretti a vivere lontano dalle proprie famiglie per evitare il contagio da Coronavirus.

Attenta Roma: in tempo di crisi Pellegrini e la clausola fanno gola a tutte le big

Kluivert ha immediatamente acconsentito all’iniziativa promossa da Helden Magazine e la Fondazione Gilat: il talento giallorosso si è collegato e sorridente ha risposto alle domande dei bambini: “La situazione a Roma ora è molto tranquilla, le strade sono vuote e in giro non c’è nessuno. Sono aperti praticamente solo supermercati e alimentari. In casa anche voi potete fare comunque degli esercizi per tenervi in forma: lavorare con gli addominali oppure facendo anche corsa sul posto. Tornare all’Ajax? Questa è una bella domanda(sorride, ndc). Non so cosa farò in futuro, al momento quello di tornare non è un pensiero che ho in testa, ma l’Ajax è nel mio cuore così come Amsterdam”, le sue parole riportare da Helden Magazine.

“Gotze in scadenza, la Roma ci prova”