Daniele Frongia, assessore allo Sport del Comune di Roma, ha parlato del nuovo dell’iter che dovrebbe portare alla costruzione del nuovo Stadio della Roma nel corso dell’evento “Il calcio e chi lo racconta” organizzato dalla FIGC allo Stadio Olimpico. Queste le sue parole: “Vanno avanti gli incontri tra il Campidoglio e i proponenti per chiudere la Convenzione. Dopodiché la questione politica della Variante Urbanistica passerà in Assemblea Capitolina e poi andrà in Regione. Dopodiché si potrà iniziare“.

Cristante, visita di Controllo dal prof. Orava: ecco le buone notizie

Entro Natale si possono ipotizzare nuovi incontri tra le parti per giungere ad una svolta nella questione stadio, perché fermare un iter avviato rischierebbe di coinvolgere il Comune in una causa miliardaria. La Roma è disposta ad attendere fino a dopo Natale e sembra che a fine anno verrà presentata alla Sindaca di Roma Virginia Raggi la bozza definitiva del progetto stadio, con l’idea che si possa andare al voto già a febbraio.

Frongia ha parlato anche dello Stadio Flaminio: “Sono state fatte alcune opere di bonifica. Ora lavoriamo con Credito Sportivo, Cassa Depositi e Prestiti e Facoltà di Ingegneria Sapienza. Ci sono due ipotesi in atto e stiamo facendo degli approfondimenti di natura urbanistica. A gennaio penso che saremo in grado di illustrarvi cosa faremo per la riqualificazione definitiva del Flaminio, senza copertura e senza alterazione delle forme, a uso prevalentemente sportivo”.

Roma, Dzeko out per influenza. Kluivert e Pastore alle prese con un edema