Mkhitaryan chiama, Dzeko risponde. Sembra una linea diretta, un collegamento immediato, l’uomo assist per l’uomo gol. Roma si scalda, la Roma sogna. Gia? ieri, nel primo vero allenamento a Trigoria, Fonseca ha potuto testarne l’intesa, tra le mura domestiche. Si sussurra di compagni gia? strabiliati dalla coppia. Ma domenica contro il Sassuolo, salvo intoppi delle prossime ore, li lancera? entrambi per cercare la prima vittoria in Serie A.

Dzeko e Mkhitaryan, una coppia che fa sognare i tifosi della Roma

Dzeko e? letteralmente entusiasta di Micki. «Era il giocatore che ci mancava, in attacco» ha raccontato a chi gli chiedeva le prime impressioni sull’ultimo rinforzo scovato da Petrachi. Con lui alle spalle pregusta di ritrovare un feeling simile a quello che aveva stabilito con Momo Salah. Non e? casuale che la migliore stagione realizzativa di Dzeko (39 reti) sia coincisa con la presenza di un grande specialista degli assist. Beh, in questo senso Mkhitaryan non ha molto da imparare. Ha caratteristiche diverse da Salah, si basa piu? sulla tecnica e sul palleggio che sulla velocita? devastante, ma e? perfetto per mettersi a disposizione di un grande centravanti. Nel caso specifico, dai fraseggi con Dzeko potra? essere anche pericoloso in prima persona.

Leggi l’articolo completo sull’edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola