La bici? Si sorpassa ad almeno 1 metro e mezzo. Ecco la proposta di legge

Approda in Senato un disegno di legge, firmato dal Senatore Michelino Davico, che propone di adottare una distanza minima per sorpassare una bici di 1,50 metri sia fuori che dentro i centri abitati.

La proposta, che modificherebbe l’art. 148 del Codice della Strada che regolamenta il sorpasso, mira ad adottare per legge anche nel nostro Paese la distanza minima tra un qualsiasi veicolo a motore ed il ciclista in fase di sorpasso in modo da rendere la manovra più sicura soprattutto per chi va in bici.

L’obbligo è già in vigore in Francia e viene raccomandato in molte città europee (tra cui Barcellona, Brema, Copenaghen, Edimburgo, Graz e Strasburgo) attraverso appositi segnali stradali. In Italia segnali del genere sono stati installati dal Comune di Livigno.

Il nuovo comma 3-bis dell’articolo 148 del Cds dovrebbe recitare: «È vietato il sorpasso di un velocipede a una distanza laterale minima inferiore a un metro e mezzo».

Il disegno di legge del Senatore Davico propone inoltre per chi sorpassa “al pelo” le stesse sanzioni per chi viola le prescrizioni in materia di sorpasso stabilite dal comma 16, ovvero la multa da 162 a 646 euro e la sospensione della patente.