venerdì 22 dicembre 2017 20:50

VERONA “Sono gare che bisogna saper chiudere quando ti capitano le opportunità: contro una squadra tosta e fisica qualcosa può sempre venir fuori e puoi concedere incertezze”. Così, al termine della gara con il Chievo, il tecnico del Bologna Donadoni ai microfoni di Sky: “I tre punti sono importanti, ma in alcune occasioni siamo stati poco convinti. Queste gare vanno portate a casa più facilmente. Dobbiamo trovarlo dentro noi stessi, dobbiamo essere consapevoli e determinati. E se non lo capiscono con le buone, proveremo con le cattive. Destro? A parte i due gol che sono fondamentali per lui e per la squadra, mi è piaciuto l’impatto. E’ stato determinante e questa per lui deve essere la normalità. Contento per lui, ma non deve restare una gara isolata. Mirante? Con due-tre parate fondamentali ha fatto capire che a Bologna non esiste un caso portiere. Verdi? Può e deve fare di più. Mi aspettavo qualcosa di più oltre al gol. E andare oltre a quello fatto stasera vorrà dire diventare un giocatore straordinario: ha potenzialità ancora non del tutto espresse”.

NUMERI E STATISTICHE

CRONACA