BRESCIA – Il Torino travolge 4-0 il Brescia in trasferta e torna alla vittoria dopo 44 lunghi giorni: “Oggi neanche troppi elogi, sul 2-0 e con un uomo in meno gli abbiamo dato la possibilità di rientrare in gioco e mi sono arrabbiato. Dal derby ci siamo ricompattati e dobbiamo giocare sempre così. La Serie A è difficile per tutti e tutte le gare sono toste. C’erano tanti giocatori non al top, era difficile il riproporre il gioco dello scorso anno. Oggi siamo stati ripagati da prestazione e risultato, ora arriva una sosta che non ci voleva, avrei voluto con me tutti i giocatori. Verdi? Perchè parlare del singolo? Ha fatto bene come tutta la squadra, tranne quei 10′ in cui c’è stato il calo di tensione e non deve più succedere, altrimenti m’arrabbio. C’era un po’ di tensione per la mancanza di risultati, però poi superato il momento si è fatto molto bene, complimenti a tutti, tranne per quel lasso di tempo sullo 0-2. Serve l’umiltà dei forti, quella che in fase difensiva ti fa sempre vedere il pericolo, compattezza e pressing organizzato, poi con la palla tra i piedi puoi creare problemi agli altri, lo stesso principio che ci aveva contraddistinto nel girone di ritorno dell’anno scorso. Due partite non mi bastano, di solito quando c’è la sosta sbagliamo quella dopo, non deve più succedere. Belotti? Secondo me deve giocare centravanti per le caratteristiche che ha, con una seconda punta che gli gira intorno. A volte con il 3-4-3 come abbiamo fatto l’anno scorso, ma lui per rendere deve muoversi da solo lì davanti. Per noi è fantastico, allunga la squadra e fa giocare bene gli altri” ha concluso Mazzarri.

BRESCIA-TORINO 0-4: LA CRONACA