ROMA – La Lazio ha festeggiato nei migliori dei modi il suo 120esimo compleanno. Nella magnifica cornice di Castel Sant’Angelo, la squadra si è ritrovata per cena e brindisi aspettando la mezzanotte. Protagonista della serata, nemmeno a dirlo, il presidente Claudio Lotito. Lui l’ideatore di una cerimonia svolta dentro uno dei più belli e particolari monumenti di Roma. Lui il portavoce, allo scoccare della mezzanotte, della lazialità: “Faccio gli auguri a tutti i laziali – commenta ai microfoni di Lazio Style Channel- non a caso abbiamo scelto questa sala: sul pavimento c’è il simbolo dell’aquila. Rappresentiamo con orgoglio un ente morale. Al di là dei risultati sportivi, fondamentali, il nostro obiettivo è quello di portare il calcio al servizio della gente. Ma anche di portare un sorriso alle persone meno fortunate, che trovano la voglia di combattere contro le difficoltà quotidiane all’insegna dei nostri colori e dei valori della lazialità”.

Festa Lazio, parla Lotito

Il presidente, sul palco della sala, ha parlato anche del momento: “Vinciamo con merito, non cerchiamo sotterfugi o scappatoie. E questo forse dà fastidio. Mi auguro che la squadra possa continuare questo cammino, perché vincere significa aiutare gli altri. Con orgoglio celebriamo i 120 anni di una società che non ha mai vissuto sotterfugi e fallimenti. La squadra ha portato la gente a sognare”.