RIYAD (Arabia Saudita) – L’Argentina supera di misura il Brasile nel test di lusso giocato a Riyad e lo fa con un gol di Leo Messi, al rientro con la maglia dell’Albiceleste dopo la squalifica di tre mesi inflitta dalla Conmebol: il campione del Barcellona sbaglia dagli undici metri ma è velocissimo a ribadire in rete la respinta di Alisson rispondendo così al brutto rigore calciato qualche minuto prima da Gabriel Jesus. Tanti gli ‘italiani’ in campo: da Danilo e Alex Sandro a Pezzella e De Paul passando per Lautaro Martinez e Paquetà. Soltanto panchina per Paulo Dybala nel giorno del 26° compleanno: la Joya ha seguito i compagni “dall’esterno” insieme al Kun Aguero, anche lui inutilizzato dal ct Scaloni.

Brasile-Argentina 0-1: tabellino e statistiche

Messi sbaglia…e segna

L’avvio di gara sorride al Brasile sul piano delle occasioni ma non su quello delle trasformazioni e Gabriel Jesus ne è l’emblema. L’attaccante del Manchester City prima spreca quasi sotto porta una conclusione che Andrada blocca senza problemi, poi calcia incredibilmente a lato il rigore assegnato alla Seleçao per il fallo di Paredes. Da un penalty sbagliato all’altro, anche se stavolta con esito diverso: Alisson ipnotizza Messi ma sulla successiva ribattuta del fuoriclasse del Barça non può nulla (13’). Brasile più propositivo (buona chance di Danilo al 37’), Argentina pronta a sfruttare le ripartenze come succede sul finale di primo tempo con ancora la Pulce a sfiorare la doppietta. Situazione sostanzialmente ribaltata nella ripresa con l’Albiceleste che crea i maggiori pericoli, dalle punizioni di Messi ai violenti destri di Paredes e di un Lautaro Martinez piuttosto in ombra. Negli ultimi minuti il nerazzurro lascia il posto ad Alario, “relegando” Paulo Dybala a semplice spettatore per la delusione dei tanti fan presenti sugli spalti di Riyad.