AVELLINO – La Virtus Avellino posiziona il primo tassello del mosaico che prenderà corpo in questo mercato di riparazione. Dal Mons Militum, squadra che milita in Promozione, dopo poco più di 6 mesi, torna a casa Luca Trifone. Il difensore centrale, classe ’82, riabbraccerà i compagni virtussini dopo la breve parentesi di Montemiletto e andrà a puntellare il reparto difensivo della squadra di mister Rino Criscitiello che ha già contribuire a guidare negli ultimi due campionati di Promozione ed Eccellenza. “Non sarei mai andato via se non per motivi personali, pertanto è un piacere immenso tornare a casa – afferma Luca Trifone – Ringrazio la società del Mons Militum e tutto lo staff per i 6 mesi passati insieme, ma adesso spero di poter dare il mio contributo alla Virtus Avellino per risalire quanto prima una classifica deficitaria che questa società non merita. Sono tornato per mettermi a disposizioni del gruppo e dell’allenatore. Spero di fare quello che si aspetta la società. Darò il mio contributo come calciatore e come uomo. La situazione è da affrontare con la giusta dose di equilibrio”.

IL SALUTO DI D’ANDREA – In Irpinia si registra però anche un addio: tramite il suo profilo social Silvio D’Andrea ha salutato la piazza biancoverde. “Era un giorno di Dicembre del 2017 quando entrai a far parte di questo gruppo, un gruppo di grandi uomini e poi di grandissimi giocatori. Le giornate di campionato passavano e noi ogni maledetto martedì eravamo in campo con la voglia di continuare a far bene e con tanto entusiamo per conquistare questi maledetti play off che per una squadra neopromossa sarebbe stato il massimo e più i risultati erano positivi e più l’entusiasmo era alle stelle. Nonostante tutto, consci però, che bisognava lavorare senza mollare un centimetro e i playoff sarebbero arrivati, sapevamo che dovevamo diventare perfetti per raggiungere l’obiettivo sempre con lo stesso entusiasmo e la stessa fame di sempre. Poi arrivò l’ultima partita, bastava un punto e quindi due risultati a favore, pareggio o vittoria. Eravamo in svantaggio, 1-0 per loro ma a 5 minuti dalla fine 1-1 tutti a festeggiare, ma all’improvviso una bandierina alzata, fuorigioco e li finì la nostra favola.. Agosto 2018 si ricomincia.. fame di sempre, voglia di fare bene e con il solito obiettivo.. poi è arrivato Dicembre e purtroppo si sono divise le strade! È stato un anno bellissimo, con tante cose positive e tantissime negative nell’ultimo periodo ma con la consapevolezza di aver dato tutto per questa maglia. Un gruppo davvero eccezionale dove con il tempo qualcuno è diventato più di un amico, un fratello; faccio un in bocca al lupo alla Virtus e un buon proseguimento di campionato e a me di tornare subito in campo a rincorrere quella maledetta palla!”. Un importante pezzo di Virtus va dunque via: il calciatore infatti in questo inizio di stagione ha messo a segno tre gol, diventando uno dei capocannonieri della squadra irpina.

TUTTO SUI DILETTANTI CAMPANIA