mercoledì 14 febbraio 2018 08:15

MILANO Inter e Mauro Icardi hanno cominciato a parlare del nuovo contratto. Come previsto, appena concluso il mercato di gennaio, tra Piero Ausilio e Wanda Nara ci sono stati i primi contatti. Le discussioni vere e proprie ancora non sono state avviate, ma entrambe le parti hanno confermato la propria disponibilità ad affrontare concretamente il discorso in tempi rapidi. [….]

SKRINIAR: «MAI PENSATO DI LASCIARE L’INTER»

OFFERTA – Ma cosa intende proporre corso Vittorio Emanuele a Wanda e al resto del suo entourage, ovvero gli agenti Ulisse Savini e Pino Letterio? Si comincerebbe con un aumento di quasi 2 milioni di euro, rispetto all’attuale parte fissa dell’ingaggio, quindi da 4,7 a 6,5. In cambio, l’Inter vorrebbe cancellare del tutto la clausola. Mentre, in aggiunta, ci sarebbero una ricca serie di bonus, legati a obiettivi di squadra e anche personali. Si tratterebbe di premi sostanziosi, alcuni più semplici da raggiungere, altri meno, ma comunque in grado di alzare parecchio gli emolumenti del capitano nerazzurro.

RICHIESTA – Come in tutte le trattative, nella prima fase, le distanze restano significative, ma non per questo incolmabili. Già per la quota di stipendio garantita, Wanda parte da una richiesta di 7 milioni di euro, al contempo, però, la clausola non verrebbe eliminata, ma soltanto aumentata: fino a 150 milioni di euro, ma con disponibilità anche ad arrivare a 200. Del resto, proprio Wanda, in un’intervista al Corriere dello Sport-Stadio aveva indicato in quest’ultima cifra il valore sul mercato del marito. A ogni modo, la clausola potrebbe anche essere cancellata, ma poi l’ingaggio andrebbe alzato fino a 8 milioni. Peraltro, anche sulla tipologia e sull’entità dei bonus (più bassa perché la quota sarebbe più alta) non mancherebbero i dettagli da limare e sistemare.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport