Un litigio particolarmente animato e poi il gesto, terribile, di buttare acido sul volto della moglie. Tragedia sfiorata nel pomeriggio a Pontecorvo, centro di 13mila abitanti in provincia di Frosinone. A colpire la donna con l’acido è stato un pensionato del posto, un 61enne fermato dai carabinieri e ora trattenuto nei locali della caserma. Fortunatamente la vittima non ha riportato ustioni particolarmente gravi avendo avuto la prontezza di riflessi di difendersi con le mani ed evitare così che la bottiglia contenente il liquido corrosivo la centrasse in pieno volto.

I fatti si sono verificati poco dopo le 15 nel rione Pastine, una zona popolare di Pontecorvo, nel corso appunto di una lite tra il pensionato e la moglie, di qualche anno più giovane. La donna, parando il colpo, ha evitato di finire sfigurata e ha riportato ustioni lievi al volto e alle mani. Ricoverata al pronto soccorso dell’ospedale “Santa Scolastica” di Cassino, i medici, dopo averne inizialmente valutato il trasferimento al centro grandi ustionati del Sant’Eugenio di Roma, hanno appurato che la situazione non era grave e le hanno assegnato una prognosi di pochi giorni.

I carabinieri, sentito anche il sostituto procuratore della Repubblica di Cassino, Roberto Bulgarini

Nomi, hanno bloccato il 61enne e lo hanno condotto in caserma. La posizione di quest’ultimo è attualmente al vaglio degli inquirenti, che stanno ricostruendo nel dettaglio l’accaduto, ascoltando a tal fine anche diversi testimoni. “Il gesto è molto grave e intendiamo accertare se vi siano eventuali trascorsi di stalking nei confronti della donna”, assicura il comandante della compagnia dei carabinieri di Pontecorvo, il tenente Tamara Nicolai.