Formula E, E-Prix di Monaco: vince Vergne

Il Principato sorride a Jean-Eric Vergne: è stato il pilota della DS Techeetah ad aggiudicarsi l’E-Prix di Monaco, nona gara della stagione 2018/2019 di Formula E. Vergne ha preceduto Oliver Rowland, della Nissan e.dams, e Felipe Massa. Per il pilota della Venturi è il primo podio nella categoria elettrica. Scattato dalla pole position, Vergne ha guadagnato ben presto un buon margine su Wehrlein e su Rowland, autore della pole ma penalizzato di tre posizioni in griglia.

Un errore di Wehrlein in curva 1 lo ha fatto scivolare di due posti: ad approfittarne sono stati Rowland e Massa. Più indietro, Di Grassi ha cercato di farsi strada a centro classifica, salendo in nona posizione a 22 minuti dalla fine della corsa. Alexander Sims, però, ha sabotato i piani di rimonta del brasiliano, speronandolo in curva 9 e spedendolo contro le barriere. Di Grassi è stato costretto al ritiro.

Mentre Vergne consolidava ulteriormente il vantaggio nei confronti di Rowland e Massa, un incidente tra Frijns e Bird ha posto fine anzitempo alla corsa del primo. Nelle ultime fasi della corsa, Vergne si è dovuto vedere dal pressing di Rowland, che non è riuscito a sferrare l’attacco vincente. Quando Vergne aveva già tagliato il traguardo, la macchina di Bird lo ha abbandonato alla Rascasse.

Quarta posizione per Pascal Wehrlein, della Mahindra, davanti a Sébastien Buemi, in forza alla Nissan e.dams, e al portoghese di BMW, Antonio Felix Da Costa. Settimo è Mitch Evans, della Jaguar; segue Daniel Abt, della Audi Sport. Completano la top ten il tedesco della DS Techeetah, André Lotterer, e Alex Lynn, della Jaguar.

Undicesimo è il belga di HWA, Stoffel Vandoorne, davanti a José Maria Lopez, della Geox Dragon, e a Jerome D’Ambrosio, della Mahindra. Quattordicesimo è Gary Paffett, di HWA; seguono Alexander Sims, della BMW; e Tom Dillmann, in forza alla NIO. Ritiro per Maximilian Gunther, della Geox Dragon, e Edoardo Mortara, della Venturi.