mercoledì 14 marzo 2018 12:56

(ANSA) – BRESCIA, 14 MAR – Sono stati celebrati questamattina a Manerbio i funerali di Giuseppe Soffiantini,l’imprenditore bresciano che era stato rapito per 237 giorni nel1997 e che è morto lunedì all’età di 83 anni. Gremita la chiesadel paese bresciano dove Soffiantini ha sempre vissuto e dove,la sera del 17 giugno 1997, venne prelevato dai rapitori mentresi trovava nella sua villa con la famiglia. “E’ stato un imprenditore che ha sempre aiutato chiunqueabbia incontrato” ha detto, nel corso della sua omelia, don TinoClementi. “Ci raccontò che durante il periodo del sequestrosentiva le campane e pregava. Erano momenti che gli davano lasperanza di potercela fare e la forza di continuare a combatteree andare oltre coloro che lo tenevano in prigione – ha aggiuntoil sacerdote di Manerbio -. Di quei giorni ha fatto memoria, manon per fare l’eroe. E’ stata questa sofferenza che ha scolpitoulteriormente il suo cuore”.