Ha picchiato ripetutamente la fidanzata facendola finire per sei volte in ospedale. È quanto ritengono aver accertato agenti di polizia di San Severo che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari di un 23enne con procedenti di polizia, accusato di atti persecutori.

Tutto ha avuto avvio quando la ragazza, dopo aver scoperto un tradimento dell’ex compagno, ha deciso di interrompere la relazione. Da quel momento il giovane ha compiuto una serie di atteggiamenti persecutori che hanno costretto la vittima a non uscire di casa e cambiare abitudini fino a indurla a chiedere ospitalità a una zia fuori provincia.

All’atto della denuncia la ragazza ha consegnato ai poliziotti un CD contenente telefonate di minaccia e parole offensive ricevute, oltre a messaggi con foto di casa sua e di due fucili da caccia, per intimorirla e dimostrare che l’ex la osservava continuamente. Il 23enne è stato anche denunciato dalla madre di un ragazzo minorenne che frequentava la sua ex fidanzata, poiché più volte minacciato.