Un bambino di nove anni di Orsara di Puglia è morto strangolato dalla corda che chiude alcuni sacchi di iuta contenenti olive in un box nella casa del nonno. A dare l’allarme è stato il fratello maggiore di 14 anni che ha chiesto aiuto alla mamma.

Vano il tentativo di rianimarlo, la donna ha chiamato il 118. Sul posto i carabinieri della scientifica e il medico legale. Le indagini sono coordinate dal pm Alessio Marangelli. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica della tragedia.