MF

giovedì 5 aprile 2018 20:25

(ANSA) – MILANO, 5 APR – Alessandro Fiori, il manager di 33anni di Soncino (Cremona), partito il 12 marzo per Istanbul doveaveva programmato di restare un paio di giorni e trovatocadavere lo scorso 28 marzo, potrebbe essere morto a causa di unprofondo ‘solco’, come di un fendente, individuato nella parteposteriore della testa, di cui andranno chiarite origine e causecon esami più approfonditi. E’ uno dei primissimi esitidell’autopsia che è stata effettuata oggi all’Istituto diMedicina legale di Milano dall’anatomopatologa CristinaCattaneo. I medici legali milanesi hanno preso contatto con i lorocolleghi turchi che avevano già fatto analisi sul cadavere. Lanuova autopsia di oggi confermerebbe, da quanto si è saputo, cheil 33enne ha subito un colpo nella parte posteriore della testache ha lasciato un profondo solco, ma gli ulteriori accertamentiche proseguiranno nei prossimi giorni dovranno cercare distabilire l’origine e le cause di quella lesione.