«Ero felice del mio tentativo finale, ma poi ho visto che non ero in cima alla classifica sulla torre che riporta i crono. Non sono del tutto soddisfatto, ma ci aspettavamo che la Mercedes potesse essere davanti a noi»: Sebastian Vettel, terzo nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna 2018, ammette la superiorità sul giro secco della scuderia di Brackley.

L’esordio nella Q3 con gli pneumatici delle supersoft non è stato esaltante, come spiega lo stesso Vettel: «Il mio primo tentativo nella Q3 non è stato il massimo, ho perso qualcosa nell’ultima curva». Di qui la decisione di optare per le soft, leggermente meno prestazionali sulla carta ma più congeniali alla SF71H in qualifica. Non è bastato per insidiare Hamilton, più veloce di un decimo e mezzo rispetto a Vettel. «Domani sarà una gara interessante», conclude il quattro volte campione del mondo.

Ci aspettavamo che la Mercedes potesse essere davanti a noi

Decisamente accigliato il compagno di squadra di Vettel, Kimi Raikkonen, quarto a tre decimi dal tedesco. «Difficile dire se il feeling fosse migliore con le soft rispetto alle supersoft. Il tentativo precedente non era andato bene, anche perché io ho commesso un errore. Sono state delle qualifiche complicate, e abbiamo cercato di fare qualcosa di diverso. Non sono soddisfatto di questo risultato, tutto qui». Raikkonen è l’ultimo pilota della Rossa ad avere ottenuto una pole a Barcellona, nel 2008, ben dieci anni fa.