DS Store: al via con DS7 Crossback la nuova rete vendita dedicata allo sviluppo del Premium francese

Il DS Store di Milano ospita oggi un evento importante per il gruppo PSA, in contemporanea con quello analogo di Parigi e altri nel Mondo. Si da infatti il via alle vendite della nuova DS 7 Crossback, eccezion fatta per la serie Premiere edition, che era già ordinabile ma solamente online (20 a oggi quelle italiane, ndr). È inaugurato un nuovo formato di showroom molto ricco di servizi quasi elitari da proporre, per affrontare il mercato Premium partendo dal segmento C-SUV che è quello più importante, attualmente. All’inaugurazione era presente anche Eric Apode, responsabile dello sviluppo prodotto e brand in Casa madre, che ha spiegato insieme al responsabile Italia, come DS si scinde nettamente anche nella percezione e in tutti i servizi, oltre nel contenuto di veicolo, per dare quello che prima non era mai stato dato a un cliente del gruppo PSA e interpretare a nuovo il concetto della prima DS (1955).

I due nuovi formati di punto vendita, che sono attualmente 23 in Italia, tra Store e Salon, diventeranno quasi 50 anche se non tutti monomarca (ma legati solo ad altri brand premium, ndr) aggiungendosi agli altri nel mondo che saranno tra un paio d’anni un totale di 400. Tantissime le personalizzazioni lussuose della vettura che abbiamo già potuto toccare con mano, ma tanti anche i servizi di alto livello legati, come i molti eventi social parte del mondo Only You, programma dedicato a chi sia cliente del nuovo o dell’usato, piuttosto che una ricca realtà virtuale (Vision) per chi voglia diventarlo, saggiando le impressioni 3D di avere una DS7 Crossback in una città speciale come Parigi. Il personale che tratterà con clienti di fascia diversa dai generalisti si forma in Accademy Camp DS prendendo ispirazione dalle Case di moda e di gioielleria che ci sono a Parigi. Parallelamente, si svilupperà molto l’e-commerce, uno dei pilastri della strategia DS. Di tutto questo abbiamo chiesto conferme direttamente ad Apode nella nostra intervista, che potrete vedere in video prossimamente, mentre per quanto riguarda i veicoli possiamo anticipare che la gamma DS 7 Crossback partirà da € 31.100, con il modello base, per salire dotandosi di tanti pregiati e inediti (per il gruppo) sistemi, spesso unici nel segmento, salvo alcuni modelli rivali tedeschi (targati MB) sono infatti ben 15 le novità che debuttano sulla nuova DS mai usate da un’auto PSA e d’ora in poi sarà sempre così. Solo DS farà debuttare nuovi elementi messi a punto dal gruppo francese e non dovremmo aspettare nemmeno tanto a vederne qualcosa di nuovo: febbraio per guidare DS 7 Crossback con sistemi aiuto guida molto attivi, come DS Pilot e visione notturna, poi il 2019 per vederne anche una ibrida, che sarà a trazione integrale.

Di quella, in Premiere Edition sappiamo già che costerà € 62.000 e avrà ben 300 CV con trasmissione Aisin AT8. Seguiranno sei nuovi modelli, berlina o SUV, nei prossimi sei anni, ognuna sarà elettrificata, ibrida o magari 100% elettrica, con la stima che nel 2025 un terzo delle vendite sarà elettrificato (non a caso la Casa investe in Formula E, ndr). L’impressione è che la vettura vista livello statico sia molto adeguata a presidiare la zona premium, con finiture e dotazioni realmente più vicine all’icona DS di quanto non sia mai stato in periodi recenti. Un suo limite è quello di percezione, o meglio costruzione del marchio che è nato solo tre anni, nel 2014, verso pubblico amante di altri brand, sarà il mercato a dare o meno spazio, intanto agli italiani sono già state vendute venti della Premiere Edition, senza averle guidate mai prima. Auto che vanta un abitacolo veramente tipico, che fa riconoscere la vettura come un qualcosa di molto personale e quindi in breve legato al marchio. Probabilmente vedremo anche nelle altre sei che usciranno una ogni anno riprendere interni e anche certi tagli muscolosi, piuttosto che i gruppi ottici molto evidenti al buio, anche da lontano. Ci sono sono LED adattivi anteriori e quelli posteriori 3D davvero unici, con effetto pelle di coccodrillo. Fronte elementi esterni all’auto, ci saranno nomi nuovi come MY DS, applicazione per vivere l’universo di prodotti e servizi esclusivi, DS VALET, Pick Up & Delivery a casa dell’auto, DS ASSISTANCE, Assistenza stradale unica, per 8 anni e DS CLUB PRIVILEGE.

Gamma

In Italia si articola in undici versioni, combinazione di tre allestimenti (SO CHIC, GRAND CHIC, BUSINESS) e di due motorizzazioni benzina accoppiate al solo cambio automatico più tre diesel con cambio manuale 6 rapporti ed automatico. Nove le tinte della carrozzeria e quattro gli allestimenti interni. I prezzi di listino chiavi in mano partono da 31.100 € (So Chic BlueHDi 130 Manuale – Ispirazione DS Bastille), fino a 47.450 € (GRAND CHIC PureTech 225 Automatica – Ispirazione DS Opera). La versione commercialmente più interessante per il mercato italiano sarà con ogni probabilità la SO CHIC BlueHDi 130 Manuale – Ispirazione DS Performance Line (32.900 €).