ROMA – La Corte Sportiva d’Appello nazionale della Figc, in merito al ricorso presentato dal Veronasulla chiusura del settore Poltrone Est in occasione della prossima gara con la Fiorentina decretato dal giudice sportivo per i cori razzisti contro Balotelli, “ha disposto un supplemento istruttorio e nelle more ha sospeso la sanzione“. Lo rende noto l’Hellas. “È un provvedimento ragionevole che ci soddisfa: siamo riusciti con grande impegno e determinazione, in un momento molto delicato, come facilmente comprensibile a tutti, ad evidenziare minuziosamente all’organo giudicante le varie incongruenze emerse dall’analisi degli atti ufficiali di gara, ora meritevoli di approfondimento, soprattutto in merito all’assoluta ingiustizia di colpevolizzare un intero settore – commenta il direttore operativo dei gialloblù, Francesco Barresi – Nel contesto non potevano passare inosservate tutte le iniziative poste in atto dal club a livello organizzativo e gestionale, sia a livello preventivo che successivamente alla gara. Abbiamo sempre cooperato con le autorita’ preposte, ai fini dell’individuazione di eventuali colpevoli, cosi’ come richiesto dal Codice di Giustizia Sportiva“.

Verona, la Corte Sportiva d’Appello sospende la sanzione

Attendiamo ora fiduciosi l’esito del supplemento di indagine, auspicando naturalmente una definitiva decisione favorevole e, in ogni caso, equa per il club e per la nostra tifoseria, anche alla luce della valutazione della giustizia sportiva, in casi analoghi, durante la corrente stagione sportiva“. Barresi annuncia poi che allo stadio ci saranno “quasi mille bambini del Progetto Scuola, come già avvenuto in precedenti occasioni. Questi piccoli tifosi saranno presenti con striscioni e slogan contro ogni discriminazione“. (in collaborazione con Italpress)