mercoledì 16 maggio 2018 20:21

(ANSA) – OSIMO (ANCONA), 16 MAG – Giacomo e Tommaso, i figlidello sfortunato Michele Scarponi, giocano con il cellulare sultraguardo di Osimo, a una decina di chilometri da Filottrano edal luogo dove il loro papà venne investito, perdendo la vita,quel maledetto 22 aprile 2017. Scarponi stava preparando il Girod’Italia, era pronto a prendere il posto dell’infortunato FabioAru, in qualità di capitano dell’Astana. Non salì mai più sullabici, non rivide mai più i gemellini di 5 anni, che aveva avutodalla moglie Anna Tommasi, né il fratello Marco. Oggi ifamiliari di Scarponi erano sul traguardo a Osimo, dove si èconclusa l’11/a tappa, vinta dalla maglia rosa Simon Yates.Anna, con i piccoli Giacomo e Tommaso, erano già stati ospitidel Giro d’Italia nelle tappe israeliane, a inizio mese. “Vedola felicità negli occhi dei bambini, ma io continuo a cercare lamaglia di Michele nel cuore del gruppo”,le parole della vedova.Oggi la corsa ha celebrato il vincitore (a tavolino, per lasqualifica di Contador) del Giro 2011