Nuova ondata di arresti per la presunta corruzione in atti giudiziari nella giustizia amministrativa. Il gip di Roma ha ordinato i domiciliari per giudici del Consiglio di Stato e del Consiglio di giustizia amministrativa della Regione Sicilia.

L’indagine del procuratore aggiunto Paolo Ielo che coordina il fascicolo assieme al sostituito procuratore Stefano Fava. Stando alle ipotesi sarebbero state pilotate sentenze in favore di imprenditori. L’inchiesta, composta di pi fascicolo, conta una quarantina di indagati, tra giudici, avvocati e imprenditori.

© Riproduzione riservata