IL BOLLETTINO

La percentuale di positivi rispetto ai tamponi effettuati è stata del 15%

Coronavirus: bollettino del 21 novembre – I dati di oggi

La percentuale di positivi rispetto ai tamponi effettuati è stata del 15%

22 novembre 2020


3′ di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading…

In Italia nelle ultime 24 ore ci sono stati 28.337 nuovi contagi (ieri 34.767), con 188.747 tamponi (in calo rispetto a ieri, 237.225); le vittime sono state 562, per un totale dall’inizio dell’epidemia di 49.823. La percentuale di positivi rispetto ai tamponi è stata del 15% (ieri 14,7%). I ricoverati in terapia intensiva sono 3.801 (ieri 3.758, incremento quindi di 43). Sono 34.279 i pazienti ricoverati con sintomi, a fronte dei 34.063 di ieri. In isolamento domiciliare risultano 767.867 persone, mentre ieri erano 753.925. Il totale degli attualmente positivi è di 805.947 (ieri 791.746), mentre i dimessi/guariti sono 553.098, a fronte dei 539.524 di ieri. I casi totali dall’inizio dell’epidemia sono 1.498.868.

In Emilia-Romagna 2.665 nuovi contagi e altre 38 vittime

È di 2.665 positivi su poco più di 13mila tamponi nelle ultime 24 ore il numero dei nuovi contagi da coronavirus in Emilia-Romagna. L’età media è di 45 anni. Aumenta in regione anche la quota delle vittime del Covid-19, 38 persone, tra cui un uomo di 45 anni. Alto il tributo in provincia di Modena, con 16 dei 38 morti, tra cui una donna centenaria. La pressione sui reparti ospedalieri non diminuisce in regione: in terapia intensiva si contano 8 ricoveri in più, per un totale di 249 pazienti, mentre negli altri reparti Covid sono entrate altre 72 persone (per un totale di 2.666). La situazione dei contagi vede in testa la provincia di Bologna con 562 nuovi casi in 24 ore, seguita da Modena con 471, Reggio Emilia con 353, poi Rimini (340), Ravenna (214), Piacenza (183), Parma (129), e Ferrara (112). L’area di Forlì (102), Imola (107) e Cesena (92).

Loading…
RICOVERI E TERAPIE INTENSIVE
Loading…

Lazio, superati i 100mila casi, età media 45 anni

Nel Lazio superati i 100 mila casi totali da inizio pandemia. L’età media è di 45 anni; i positivi sono equamente ripartiti tra maschi (50%) e femmine (50%). E’ quanto reso noto nel bollettino di oggi.Il 72% è stato individuato da attività di screening e il 28% da test per sospetto diagnostico. I ricoverati con sintomi sono il 3,2% e i ricoverati in terapia intensiva sono lo 0,3%. gli attualmente positivi sono l’80%, di cui il 96% in isolamento domiciliare, i deceduti sono l’1,9% e i guariti il 18%..

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading…

Si mantiene stabile quadro epidemia in Umbria

Si mantiene sostanzialmente stabile in Umbria il quadro dei dati legati all’epidemia di Covid. Nell’ultimo giorno – secondo i dati della Regione – sono stati registrati 400 nuovi positivi, 21.769 totali, a fronte di 4.641 tamponi analizzati, 390.378. Con un tasso di positività dei test del 8,6 per cento, lo stesso di 24 ore prima. Segnalati altri dieci morti (totale 333), e 241 guariti (9.859), con 11.577 attualmente positivi, 149 in più di ieri. I ricoverati in ospedali sono 444, ieri 447, 75 in terapia intensiva, dato stabile.

I dati del 21 novembre

Il riscontro diffuso il 21 novembre aveva segnalato 34.767 nuovi casi di contagio, in calo rispetto al giorno precedente (37.242), con 692 vittime (erano 699 il 20 novembre). I tamponi riscontrati erano stati 237.225, con una percentuale di positivi rispetto ai tamponi del 14,7% (in calo rispetto al 15,6% del giorno precedente). In terapia intensiva erano ricoverati 3.758 pazienti (10 in più del 20 novembre), mentre i ricoverati con sintomi erano 34.063. Risultavano in isolamento domiciliare 753.925 persone. Il totale degli attualmente positivi era di 791.746 persone e i dimessi/guariti 539.524.