“Con Salvini lo abbiamo già preso il caffè, anzi forse erano 11 o 12, non ricordo. Adesso oltre ai caffè bisogna mettere qualche altra cosa in campo”. Così il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine della presentazione del progetto ‘Insieme per l’Africà nella sede dell’Unione industriali di Napoli.

• TAV

Sulla Tav Torino-Lione “non possiamo aspettare il referendum per attivare opere che determinano occupazione. L’analisi di impatto va fatta sul livello di occupazione che generano i cantieri, oltre che sugli effetti futuri per l’economia reale” dice Boccia. Un criterio che, spiega, va utilizzato non solo per la Torino-Lione, ma anche per “tutte le opere infrastrutturali del Mezzogiorno”, con “un’attenzione immediata alla questione temporale”.


Per il presidente di Confindustria occorre “affrontare quella che abbiamo definito da tempo come un’emergenza lavoro e occupazione nel Paese, partendo dal Mezzogiorno e passando per il Nord”.