Charlie Whiting. E' morto a 66 anni lo storico direttore di gara della F1

Charlie Whiting è morto a 66 anni in Australia. Lo storico direttore di gara della Formula 1 è deceduto improvvisamente a Melbourne (Australia) a poche ore dal via della stagione 2019 a causa di una embolia polmonare. Nella massima serie dal 1977, come membro del celebre team Hesketh celebre per le imprese di James Hunt e del suo eccentrico team owner, il tecnico inglese è entrato a far parte della FIA nel 1988 ed ha ricoperto il ruolo per cui è divenuto celebre sin dal 1997.

“Charlie Whiting – riporta la FIA nella nota ufficiale – è scomparso questa mattina (14 marzo 2019) a Melbourne, all’età di 66 anni, a causa di un’embolia polmonare, a soli tre giorni prima del GP Australia che aprirà la stagione di F1. Ha iniziato la sua carriera in F1 nel 1977 lavorando nel team Hesketh, poi negli anni ’80 alla Brabham. È stato parte integrante dell’organizzazione del campionato mondiale FIA di F1 da quando è entrato a far parte della Federazione nel 1988 ed è stato direttore di gara dal 1997.”

Sotto shock il circus della F1 che affida al Presidente FIA, Jean Todt, le parole di cordoglio. “È con immensa tristezza che ho appreso della morte improvvisa di Charlie Whiting. Lo conosco da sempre ed è stato un grande direttore di gara, una figura centrale e inimitabile della F1 che ha incarnato l’etica e lo spirito di questo fantastico sport. La F1 ha perso un amico fedele e un ambasciatore dotato di grande carisma. Tutti i miei pensieri, quelli della FIA e dell’intera comunità degli sport motoristici vanno alla sua famiglia, ai suoi amici e a tutti gli amanti della F1.”