MILANO – Le Borse europee si avviano verso una nuova seduta positiva chiudendo una delle migliori settimane per i listini negli ultimi mesi. Una spinta che questa volta arriva dalle parole del presidente della Fed Jerome Powell che ha spiegato che per quanto riguarda l’anno in corso non esiste alcun percorso prestabilito sul rialzo dei tassi chiarendo che tutte le prossime decisioni saranno compiute tenendo conto dello stato di salute dell’economia Usa. Un segnale di cautela e di flessibilità ben accolto dal mercato. In Asia giornata positiva anche per Tokyo, con il Nikkei che ha chiuso in rialzo dello 0,97%.

Sulla sponda valutaria l’euro apre in rialzo sopra 1,15 dollari: la moneta europea passa di mano a 1,1521 dollari e 124,88 yen. In lieve rialzo lo spread, con il differenziale che cresce a 264 punti. Il rendimento del decennale italiano si attesta al 2,89%. Oggi giornata ricca di aste, con il Tesoro che si prepara a collocare BTp a 3 anni per un importo compreso tra 2,5 e 3 miliardi, Btp a 7 anni per un importo compreso tra 1,75 e 2,25 miliardi di euro e Btp a 30 anni per un importo compreso tra 0,75 e 1,25 miliardi di euro.

La produzione industriale in italia e l’inflazione negli stati uniti sono i principali appuntamenti della giornata macro. In agenda, anche la nota mensile Istat sull’andamento dell’economia italiana.

Si stabilizza il prezzo del petrolio con i contratto sul Wti che cedono 6 cent a 52,53 dollari e quelli sul Brent arretrano di 10 cent a 61,58 dollari. Oro in calo a 1293 dollari l’oncia.