Assetto Corsa Competizione: abbiamo provato la versione 1.0 [Video]

Mentre sul circuito di Monza sfrecciavano le vetture del Blancpain GT Series, nella sala della regione, a pochi passi dai box, gli sviluppatori di Kunos Simulazioni hanno organizzato un primo test della versione 1.0 di Assetto Corsa Competizione dedicata ai giornalisti.

Se la release 7 ha introdotto diverse novità, la versione finale ci ha stupito ulteriormente con l’aggiunta delle nuove auto e l’iconico circuito di Spa Francorchamps. Ecco nel dettaglio le nostre sensazioni e i nostri brevi test realizzati nel pochissimo tempo avuto a disposizione.

Auto: more is better

Fin dalla pubblicazione del primo roadmap update di Assetto Corsa Competizione sapevamo che, il nuovo titolo di Kunos, avrebbe incluso tutte le vetture e i team che hanno partecipato all’edizione 2018 del Blancpain GT Series tuttavia, due sorprese ci hanno accolto mentre scorrevamo i bolidi da pista: la Lamborghini Huracan Supertrofeo e la Porsche 911 GT3 Cup.

Due vetture dedicate a due competizioni molto avvincenti che, siamo certi, regaleranno campionati virtuali molto agguerriti; speriamo infatti che una probabile edizione 2020 della Porsche Esport Carrera Cup Italia, organizzata dalla casa di Stoccarda e AK Informatica, possa usufruire del meteo dinamico e del nuovo sistema di penalità.

Ma veniamo al sodo. Esclusa la Honda NSX GT3 ancora assente dalla versione in prova, abbiamo fatto qualche giro a bordo rispettivamente della Lexus RC F GT3, della Bentley Continental GT3 2018 e della Porsche 911 GT3 R. Non mancano ovviamente le sempreverdi Audi R8, Mercedes AMG e McLaren 650 S ma, complice l’interesse delle community, abbiamo deciso di dedicarci esclusivamente alle new entry ad eccezione della Aston Martin V12 Vantage, unica esclusa dai nostri test a causa del poco tempo a disposizione.

Ad ogni auto il suo carattere!

E’ ormai appurato che nel mondo simulativo sia proprio la categoria GT3 ad essere la più “gettonata” dai simdrivers. Per questo motivo Assetto Corsa Competizione offre un parco auto con licenza ufficiale e all’avanguardia nella simulazione. Ogni vettura, soggetta al BoP da regolamento, offre un’esperienza diversa, sintomo di un grandissimo lavoro da parte del team di Kunos per replicare le controparti reali.

La Lexus RC F è sicuramente la GT3 che ci ha stupito maggiormente: provata sul circuito di Paul Ricard si è dimostrata agilissima tra le curve, una vera lama mangiacordoli al pari della Ferrari 488 GT3. Sfortunatamente, per bilanciare l’incredibile destrezza della vettura giapponese, il BoP ha “soffocato” la potenza massima espressa dal motore V8 di 5.4 litri, relegandola nei fanalini di coda dell’intero lotto GT3 quando si cerca la velocità massima.

La nuova Bentley Continental GT3 guadagna invece il premio ” prestazioni che non ti aspetteresti mai”. Nonostante la generosa stazza, l’inglese ha dimostrato tra i cordoli di Spa Francorchamps di possedere una discreta agilità e un ottimo motore, sempre pronto ad erogare tonnellate di Nm quando il pilota virtuale ne ha bisogno. Difetti? Nelle curve lente paga dazio a causa del passo lungo, la Bentley è infatti seconda solo alla Nissan GT-R Nismo quando si parla di dimensioni.

Infine siamo saliti (virtualmente) sulla Porsche 911 GT3 R. Con il suo motore posteriore continua ad essere una delle vetture più difficili da portare al limite, specialmente in un circuito complesso come Spa. Frena forte, si inserisce in un batter d’occhio ma richiede un “piede” sensibilissimo in uscita per non incorrere in un disastroso sottosterzo; al tempo stesso, forse complice un setup non proprio ottimale, bisogna fare particolare attenzione ai trasferimenti di carico, il sovrasterzo è dietro l’angolo!

Dinamismo allo stato puro

Se però escludiamo per un attimo l’hype per le nuove auto, possiamo soffermarci su ciò che rappresenta veramente Assetto Corsa Competizione. Il nuovo titolo di Kunos potrebbe essere definito “dinamismo puro” grazie alla mutabilità delle condizioni meteo, del tracciato e, per non farsi mancare nulla, anche delle condizioni della propria vettura dopo un incidente.

In sostanza Assetto Corsa Competizione vi mette di fronte ad una serie di variabili che potrebbero avvantaggiarvi o farvi perdere un’intera gara, voi siete i protagonisti e dovete prendere decisioni senza un team a vostro supporto dai box.

Se a tutto ciò aggiungiamo il sistema di penalità ufficiale, il matchmaking che permetterà di partecipare a gare online con piloti del vostro livello di abilità ed il sistema minorating che penalizzerà i piloti scorretti, possiamo tranquillamente affermare che il passo in avanti rispetto al primo Assetto Corsa è stato fenomenale.

Assetto Corsa Competizione offre un dinamismo quasi unico nel suo genere. Sicuramente però rimane il punto di riferimento quando si cerca il fotorealismo da un simulatore

Assetto Corsa Competizione offre un dinamismo quasi unico nel suo genere. Sicuramente però rimane il punto di riferimento quando si cerca il fotorealismo da un simulatore

In conclusione..

La versione 1.0 di Assetto Corsa Competizione arriverà su Steam il 29 maggio e non vediamo l’ora di provare la nuova modalità carriera oltre ad apprezzare il fotorealismo che regala questo simulatore in diverse occasioni e condizioni; sarà un arduo compito recensirlo al pieno delle sue potenzialità ma, con più tempo a disposizione, siamo sicuri di poter offrire un quadro generale completo dei suoi pregi e difetti.

Assetto Corsa Competizione è il frutto di un lavoro incredibile da parte di Kunos Simulazioni e, secondo noi, merita di essere toccato con mano, o meglio, con volante e pedaliera.

PlayStation 4 o Xbox? Forse con le next gen, nessuno degli sviluppatori si è voluto sbilanciare in merito ad un eventuale porting su console ma, già su PC, è necessario disporre di un’ottima macchina per evitare gravi rinunce. Vedremo se i devs riusciranno a proporre il loro simulatore anche ai videogiocatori su console.

Visualizza gallery (16 foto)
La Gallery
  • +7