Nel corso della serata di ieri Apple ha annunciato i risultati finanziari del secondo trimestre dell’anno fiscale 2017 che terminato lo scorso 1 aprile. Per il periodo in esame la Mela registra un fatturato di 52,9 miliardi di dollari e un utile di 2,10 dollari per azione facendo segnare una crescita, rispettivamente, dell’4,6% e 11% rispetto ai risultati dello stesso trimestre di un anno fa quando il fatturato fu di 50,6 miliardi di dollari e l’utile per azione di 1,90 dollari.

Scendendo nel dettaglio, la societ ha venduto 50,7 milioni di iPhone nel trimestre esaminato, che hanno generato un fatturato di 33,25 miliardi di dollari: si tratta di un calo dell’1% per quanto riguarda i volumi di vendita, ma di un incremento dell’1% sul fatturato, sempre a confronto con il secondo trimestre fiscale 2016. Un flebile rallentamento delle vendite di iPhone, che comunque ha diffuso disappunto tra gli azionisti della Mela: il titolo AAPL perdeva infatti l’1,20% nelle contrattazioni after-hours della borsa americana.

I sistemi Mac crescono invece del 4% a 4,2 milioni di unit per un fatturato di 5,84 miliardi di dollari in crescita del 14%. Per quanto riguarda iPad, invece, prosegue il declino: 8,9 milioni di pezzi per un fatturato di 3,89 miliardi di dollari, in calo entrambi del 13% e del 12%.

Ma i due comparti a pi forte crescita per la Mela sono quello dei servizi (contenuti digitali, Apple Pay e AppleCare) che genera 7,04 miliardi di dollari con un robusto +18%, e quello degli “altri prodotti” che con 2,87 miliardi di dollari di fatturato cresce del 31%, inglobando le vendite di Apple TV, Apple Watch, dei prodotti Beats, di iPod e degli accessori generici.

Per quanto concerne, invece, la suddivisione geografica delle vendite, vediamo che le Americhe continuano a rappresentare il singolo mercato pi consistente per la Mela con 21,16 miliardi di dollari di fatturato, in crescita dell’11%. Forte rallentamento per le vendite in Cina che, con un -14%, generano 10,73 miliardi di dollari di fatturato. In Europa invece si registra una crescita del 10% con 12,73 miliardi di dollari. Nel complesso, le vendite al di fuori degli USA hanno rappresentato il 65% del fatturato trimestrale.

Siamo orgogliosi di annunciare un forte trimestre di Marzo, con una crescita di ricavi in accelerazione rispetto al trimestre di dicembre e una domanda costante e sostenuta per iPhone 7Plus, ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. Abbiamo visto una grande risposta da parte dei clienti per entrambi i nuovi modelli iPhone 7 (PRODUCT)RED Special Edition e siamo entusiasti del forte momento positivo del nostro business dei Servizi, con il nostro miglior fatturato per un trimestre di 13 settimane. Guardando avanti, siamo entusiasti di accogliere partecipanti che arrivano da tutto il mondo alla nostra annuale Conferenza mondiale degli sviluppatori, il mese prossimo a San Jose.”

Forte di una liquidit di cassa di oltre 250 miliardi di dollari, la societ ha inoltre deciso di incrementare il piano di restituzione del capitale agli azionisti di ulteriori 50 miliardi di dollari, cos che entro la fine del mese di marzo 2019 avr restituito un totale complessivo di 300 miliardi di dollari. Conseguenza di ci l’incremento del piano di riacquisto delle azioni, che passa a 210 miliardi di dollari rispetto ai 175 miliardi annunciati lo scorso anno, e l’incremento del 10,5% del dividendo trimestrale, dichiarando inoltre un dividendo di 0,63 dollari per azione che sar pagato il 18 maggo 2017 a tutti gli azionisti registrati alla chiusura delle attivit il 15 maggio 2017.

Per il prossimo trimestre Apple prevede una forbice di fatturato tra i 43,5 e i 45,5 miliardi di dollari, con un margine lordo compreso tra il 37,5% e il 38,5%