Anas, si dimette l'amministratore delegato Armani

L’amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani, si è dimesso: a chiederne le dimissioni è stato il Ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, il quale ha comunicato ad Armani la decisione di non voler portare a termine la fusione tra Anas e Ferrovie dello Stato. Armani ha preso atto di questa scelta e ha lasciato l’incarico.

Armani ha dato le dimissioni «in considerazione del mutato orientamento del Governo sull’integrazione di Fs Italiane e Anas», si legge in una nota di Anas. «Il Gruppo Fs Italiane – aggiungono – ha ringraziato l’Amministratore delegato Armani per il lavoro svolto in questi anni nel ristrutturare l’Azienda».

Oltre ad Armani si sono dimessi anche due altri consiglieri del cda di Anas, Antonella D’Andrea e Vera Fiorani. In questa maniera il cda, composto da cinque membri, decade. La prossima settimana è attesa l’indicazione sul nuovo consiglio che deve arrivare da Fs con la condivisione del ministro Toninelli e del Mef.