Radeon RX 590, Radeon VII, Radeon RX Vega, Radeon RX 5700. Negli ultimi anni AMD non ha mantenuto quasi mai una coerenza nella nomenclatura delle proprie schede video, ma le nuove Radeon RX 5700 segnano una ripartenza per l’intera divisione grafica e quindi è auspicabile attendersi maggiore prevedibilità per i nomi delle schede video.

A quanto pare sembra che anche in AMD la pensino in questo modo, e hanno intenzione di tornare a nomi più prevedibili. A dirlo Scott Herkelman, in un’intervista con Hot Hardware sintetizzata da PCGamesN.

AMD Radeon RX 5700 XT

“Se andiamo ad analizzare gli ultimi quattro o cinque anni”, ha affermato Herkelman, “penso le persone siano state molto confuse su come classificare i nostri prodotti tra Vega 64, Vega 56 e Radeon VII. Vogliamo mettere a posto questa cosa per il futuro. Perciò se guardate alla RX 5700 XT, vogliamo renderla una nomenclatura coerente per il prossimi cinque o dieci anni”.

L’idea è quella di fornire una linea consistente di schede grafiche tra le diverse generazioni in cui gli appassionati sapranno istantaneamente capire dove si posiziona una scheda rispetto a un’altra semplicemente guardando il codice numerico.

Usando la RX 5700 XT come esempio, Herkelman aggiunto: “Il ‘5’ sarà generazionale, mentre il ‘7’ riguarderà il posizionamento prestazionale. Lo ’00’ potrebbe essere ’00’ o ’50’ a seconda di quello che vogliamo farci. XT di solito è la nostra proposta di punta, mentre quella non XT è un gradino sotto”.

Questo metodo ricorda molto quello che AMD usava nel 2013 con la sua serie 200, quindi l’azienda semplicemente vuole tornare a fare le cose come una volta. “Quello che desideriamo è rendere molto chiaro all’utente cosa sta comprando e come il prodotto si posiziona nella nostra offerta. Ci vorrà del tempo con le vecchie GPU che saranno sostituite da nuove soluzioni”.

“Il mio impegno con i giocatori è fare chiarezza. Voglio rendere più semplice e facile l’acquisto delle Radeon. E poi, una generazione dopo l’altra, garantire più coerenza in modo che i nostri clienti non debbano più decodificare il nome per capire che scheda acquistare”.

Un obiettivo nobile e che auspichiamo venga raggiunto, ma rimane un dubbio: cosa succederà quando AMD raggiungerà la serie 10000? Vedremo nomi a cinque cifre, ad esempio un’ipotetica Radeon RX 10750 XT? Oppure AMD ha in programma solo quattro generazioni di schede video nei prossimi 10 anni? Come diceva una canzone, “lo scopriremo solo vivendo”.