Allerta maltempo, strade chiuse in Piemonte

Continuano i forti disagi dovuti al persistente maltempo sul nostro paese: la situazione più critica al momento sembra essere quella del Piemonte, dove a preoccupare è soprattutto la piena del Po, attesa per il tardo pomeriggio di oggi. Nei giorni dell’anniversario dell’esondazione tra il 5 e il 6 novembre del 1994, l’allarme è arancione. Il fiume ha superato gli argini in mattinata a Pancalieri e intorno alle 13 a Carignano.

La strada regionale 589 Saluzzo-Pinerolo è stata chiusa nel tratto di Staffarda, dove il Po ha superato il livello di guardia; lo stesso è accaduto anche per la provinciale da Faule a Pancalieri. Due frane hanno causato disagi alla circolazione anche nella Valle di Lanzo, nel Torinese: i detriti sono finiti sulla provinciale 26, che collega Balangero a Coassolo, e sulla 31, tra Coassolo e Monastero di Lanzo.

Desta poi preoccupazione il ponte di Cavallermaggiore, sul torrente Maira. Il valico della Maddalena, in valle Stura, chiuso per le nevicate in quota dei giorni scorsi, è stato riaperto oggi. Interdetta, invece, la circolazione nel tunnel del Tenda, collegamento tra Cuneo e Ventimiglia passando per la Francia, per via di una frana sulla statale 20 della valle Roya, in territorio transalpino.

Sul Lago Maggiore, invece, una frana ha interrotto la Statale 34 a Cannero, nel Verbano. Questa strada collega Verbania a Locarno, in Svizzera, sulla sponda piemontese del lago. Secondo le prime stime, il tratto resterà inaccessibile almeno fino a sabato; verranno istituite corse sostitutive speciali con i battelli.