DORTMUND (Germania) – Amichevole di lusso stasera al Signal Iduna Park dove la sfida tra la Germania di Joachim Löw e l’Argentina di Lionel Scaloni ha il sapore di un mondiale. Nella rassegna iridata le due nazionali si sono affrontate tre volte, nel 1986, 1990 e 2014. I tedeschi, che non vivono uno straordinario momento storico, sono reduci dal ko casalingo con l’Olanda (4-2) di inizio settembre seguito dal successo esterno sull’Irlanda del Nord (2-0), nelle qualificazioni verso Euro 2020. L’Argentina, terza nella Coppa America di luglio, un mese fa ha pareggiato con il Cile per poi battere 4-0 il Messico, in due amichevoli disputate negli Stati Uniti. Tra i convocati della Germania non ci sono, per acciacchi vari, Kroos, Schulz, Ginter, Goretzka, Rüdiger, Hector e Trapp mentre nell’Albiceleste mancano Higuain, Aguero, Di Maria e Messi, quest’ultimo ancora sotto squalifica per le esternazioni al veleno all’indomani del campionato sudamericano. Curiosità per il tandem offensivo dell’Argentina, formato dallo juventino Dybala e dall’interista Lautaro Martinez, freschi di derby d’Italia. Gli altri “italiani” sono Musso e de Paul dell’Udinese, Pezzella della Fiorentina.

Germania-Argentina, la diretta tv

Germania-Argentina è in programma alle 20.45: il match sarà trasmesso in diretta in esclusiva da Mediaset su Canale 20. La cronaca testuale della partita sarà disponibile anche sul sito del Corriere dello Sport.

Le formazioni

Il commissario tecnico dell’Argentina Lionel Scaloni ha già annunciato la formazione ufficiale della sua squadra, che lascia in panchina, inizialmente, il viola Pezzella. Tra i tedeschi occhi puntanti su Gnabry, stella emergente del Bayern, mentre tra i pali c’è Ter Stegen, per normale alternanza con Neuer. In campo anche Emre Can della Juventus.

GERMANIA (4-1-2-3): Ter Stegen; Klostermann, Süle, Stark, Halstenberg; Kimmich; Emre Can, Havertz; Gnabry, Waldschmidt, Brandt.

A DISP.: Neuer, Leno, Amiri, Reuss, Rudy, Koch, Serdar. Ct.: Löw.

ARGENTINA (4-4-2): Marchesín; Foyth, Otamendi, Rojo, Tagliafico; De Paul, Paredes, Roberto Pereyra; Angel Correa; Lautaro Martínez, Dybala.

A DISP.: E. Martinez, Musso, Acuna, Balerdi, Kannemann, Pezzella, Saravia, Dominguez, Lamela, Ocampos, Zaracho, Alario, Rodriguez, Gonzalez, Vargas. Ct.: Scaloni.

ARBITRO: Turpin (Francia)